NUOVOSALEBiblioteca materiale
Esplora Materiali e StrumentiUtensiliCampionario
Esplora StampiPietra ollareUtensili Per Modellare
Esplora Mobili e IlluminazioneMobili per bambiniConsulenza sui mobiliSui nostri mobili
Esplora CorniciCornici individuali
Esplora Carta e PenneCarta per pacchetti regaloCarta da pacchi
Esplora Deposito e conservazione
Esplora Arte
Esplora Ufficio e disegnare
Esplora Accessori Ufficio
Esplora Fai da teTubi Flessibili
Esplora Applicazione

Calcestruzzi e resine

Resine da colata acrilicheResina da colata PURResine epossidicheCalcestruzzoRiempimenti

Nonostante le numerose richieste di informazioni, abbiamo esitato a lungo in anticipo per includere le resine da colata nel nostro assortimento, perché questo argomento è estremamente complesso e difficile da capire senza informazioni di base esaurienti. Nel frattempo, tuttavia, abbiamo messo insieme una gamma molto ampia di prodotti che è destinata a crescere ulteriormente in futuro. Nelle pagine seguenti cerchiamo di descrivere i prodotti e i gruppi di prodotti elencati in modo da poterne cogliere facilmente le diverse proprietà e facilitare la scelta del materiale giusto. Alcune delle terminologie utilizzate in questo contesto devono essere spiegate. Per questo motivo si rimanda alla "piccola enciclopedia sul silicone" per i siliconi nella sezione sui materiali da impronta.

Il termine "resine sintetiche" comprende una serie di sostanze che di solito formano una sostanza più o meno solida a partire da due componenti di partenza liquidi o pastosi dopo una reazione chimica esotermica. Nella sezione "Adesivi" abbiamo già introdotto rappresentanti di resine sintetiche, come gli adesivi reattivi a base di resine epossidiche. Tuttavia, le resine sintetiche sono utilizzate per molti altri scopi - si fa una distinzione tra loro:

Composti da stampaggio

  • resine da colata
  • Resine per laminazione (laminazione di vetro, aramide, fibra di carbonio o tessuto o pile)
  • resine di superficie
  • masse di riempimento
  • resine adesive

 

Con poche eccezioni, la gamma di resine sintetiche Modulor mira inizialmente a creare corpi tridimensionali attraverso lo stampaggio, la colata e il successivo riempimento. Le informazioni sui materiali di stampaggio e di riempimento si trovano nelle corrispondenti sezioni della sezione stampi per materie plastiche. Tutte le resine di colata che offriamo induriscono a temperatura ambiente. La polimerizzazione a caldo in forno non è assolutamente necessaria. Tuttavia, le resine da colata si differenziano notevolmente l'una dall'altra per quanto riguarda le loro proprietà e le possibili applicazioni. Si distingue tra i seguenti campi di applicazione nel campo dell'artigianato:

Creazione di stampi
- (Ri)produzione di modelli e parti stampate
- Produzione di materiali per pannelli
- Fusione di componenti
- Produzione di utensili (punzonatura, goffratura, imbutitura profonda....)


Con la nostra offerta ci limitiamo fino a nuovo avviso ai primi tre punti menzionati. Distinguiamo i seguenti gruppi con proprietà diverse per quanto riguarda il colore, la trasparenza, il ritiro, la resistenza, ecc:

Resine poliestere da colata insature (UP)
- Resine di colata del poliuretano (PUR)
- Resine di colata di poliuretano elastico (PUR) - può essere utilizzato anche come mescola elastica per stampaggio.
- Gesso/resine da colata acriliche (Acrystal)
Inoltre, nella sezione stampi in plastica troverete altri materiali che vengono lavorati per colata ma che per motivi strutturali non vengono selezionati nella sezione resine di colata:

Materiali a base di gesso (gesso e composti da colata a base di gesso)
- Materiali da impronta (ad es. siliconi)
La seguente tabella serve a presentare in modo chiaro le differenze di base dei diversi gruppi di resina da colata.

Confronto tra le resine da colata

Proprietà dei componenti/lavorazione

Poliuretano duro
Resine da colata (PUR)

Poliuretano elastico
Resine da colata (PUR)

Poliestere insaturo

Resine da colata (UP)

Epossidico
Resine da colata (EP) (3)

Gesso/Acrilico
Resine da colata (Acrystal)

famiglia di plastica

plastica termoindurente

elastomero

plastica termoindurente

plastica termoindurente

Gesso sintetico/resina acrilica

restringimento lineare (restringimento)

modesta

modesta

elevati

molto basso

nessun restringimento

Durata dei componenti (min.)

6 - 12 mesi

ca. 12 mesi

3 - 6 mesi

6 - 12 mesi

24 mesi

Tossicologia / Avvertenze di pericolo

richiede solitamente l'etichettatura

richiede solitamente l'etichettatura

marcatura obbligatoria

marcatura obbligatoria

privo di etichetta

Prezzo

molto economico

molto economico

economica

costoso

molto economico

Proprietà della massa vulcanizzata

 

 

 

 

 

chiarezza

solitamente opaco (1)

solitamente trasparente

limpido

solitamente trasparente

opaco

stabilità termica

generalmente basso

generalmente basso

modesta

generalmente basso

modesta

Resistenza ai raggi UV

solo con aggiunte (1)

solo con aggiunte (1) solo con aggiunte (1)

Resistenza all'umidità (acqua dolce)

condizionata (2)

Osservazioni

 

 

 

 

 

particolarità

  • buone proprietà di lavorazione
  • I componenti in PUR sono sensibili all'umidità
  • componenti in PUR sono sensibili all'umidità
  • incolore, altamente trasparente
  • buone proprietà di lavorazione
  • molto resistente
  • eccellenti proprietà meccaniche
  • buone proprietà di lavorazione
  • Tossicologicamente assolutamente innocuo
  • valori meccanici significativamente migliori rispetto ai gessi

scopo dell'applicazione

riprodurre, scopi tecnici

modellatura e riproduzione

riprodurre

riprodurre, scopi tecnici

riprodurre, laminare

Tutti i dati si riferiscono principalmente ai materiali offerti da Modulor.
1) Modulor offre resine di fusione in PUR e poliestere trasparenti e resistenti ai raggi UV.
2) I prodotti Acrystal possono essere esposti agli agenti atmosferici, ma non sono adatti per l'uso permanente sott'acqua.
3) Presto nel nostro assortimento.

Attenzione: Le seguenti informazioni e note si riferiscono principalmente ai termoindurenti e agli elastomeri elencati nella tabella precedente. Informazioni generali sulle resine da colata gesso/acriliche (Acrystal) si trovano nella sezione gesso/materiali acrilici.

Stoccaggio e durata: le resine e gli indurenti non possono essere stoccati a tempo indeterminato, di norma per 6-12 mesi con un adeguato stoccaggio (contenitori originali chiusi a 15-25 °C), per cui ci è stato riferito che le imprese artigiane sono state in grado di ottenere buoni risultati anche con lattine vecchie di 10 anni. Non possiamo garantire che funzionerà sempre.

Sicurezza e sicurezza sul lavoro: indipendentemente dalla resina da colata utilizzata, i preparati di lavoro, i mezzi ausiliari necessari e le misure di sicurezza sono gli stessi per tutte le resine sintetiche: il posto di lavoro deve essere pulito, sufficientemente grande e ben ventilato (lavoro con la finestra aperta!). Il fuoco aperto dovrebbe essere evitato.

Poiché possono verificarsi reazioni allergiche in caso di contatto con la pelle e l'ingestione può mettere seriamente in pericolo la salute, è necessario indossare guanti e conservare il cibo lontano. Evitare urgentemente la contaminazione delle maniglie delle porte, degli interruttori della luce e di altre cose. In caso di ingestione o contatto visivo (indossare occhiali protettivi!) con la resina miscelata o i suoi componenti, consultare immediatamente un medico, lavare immediatamente gli occhi con acqua fredda (da 10 a 15 minuti). Saremo lieti di fornirvi le schede di sicurezza dei singoli prodotti.

Lavorazione: Per una lavorazione semplice e veloce sono necessari i seguenti ausiliari:

una base (giornale in quantità sufficiente)
Guanti in lattice monouso 
- diversi panni per pulire gocce residue.
tazze di misurazione pulite e asciutte, siringhe monouso e una scala precisa per la misurazione precisa dei singoli componenti
- Spatola di agitazione in legno, meglio un trapano con paletta di agitazione
- tazze di miscelazione pulite e asciutte per la miscelazione della resina
- una maschera respiratoria protettiva (soprattutto per le resine da colata in poliestere, in quanto lo stirene in esso contenuto attacca le membrane mucose!)

La resina e l'indurente vengono accuratamente miscelati in un recipiente pulito e asciutto secondo il rapporto di miscelazione specificato (in peso), compresa la parete del recipiente. A seconda della quantità, i due componenti possono essere miscelati manualmente con una spatola o con un trapano e un agitatore. Per non compromettere la precisione dell'impronta, durante la miscelazione è necessario fare attenzione a mescolare il minor numero possibile di bolle. Se la miscelazione viene effettuata con un agitatore a paletta, la velocità dovrebbe quindi essere la più bassa possibile.

I tempi di miscelazioni indicati per i singoli prodotti si applicano a temperatura ambiente. Iniziano nel momento in cui i due componenti sono mescolati insieme. Se le tempistiche lo permettono, la resina mista dovrebbe essere brevemente disaerata prima di essere versata. Nel caso di resine da colata ad alta viscosità, è consigliabile evacuare la miscela sotto vuoto in modo che possano fuoriuscire bolle d'aria. È necessario selezionare un recipiente molto più grande per la miscela di resina, poiché il materiale si espande notevolmente nel vuoto (vedi "Dispositivo per il vuoto" nella piccola enciclopedia sui siliconi). Se non è disponibile un dispositivo per il vuoto, è necessario versare un flusso sottile su una spatola da un'altezza di 20 a 30 cm per far scoppiare le bolle d'aria. Anche gli esemplari più ostinati possono essere fatti scoppiare con un ago. Quando si versa, iniziare dal punto più profondo dello stampo e lasciare che la massa aumenti lentamente.

Lo stampo deve essere trattato con distaccante prima della colata per evitare che si attacchi al getto e renda più difficile il successivo sformatura. Gli stampi in silicone sono a rilascio automatico e non devono necessariamente essere separati. Al fine di prolungare la durata dello stampo in silicone, si consiglia comunque l'uso di un distaccante quando si utilizzano mezzi aggressivi per la colata. Gli stampi porosi (ad es. in legno) devono essere sigillati ermeticamente prima dell'applicazione del distaccante. La metilcellulosa o l'acqua saponata concentrata sono adatte a questo scopo.

La resina e i componenti indurenti delle resine di colata polimerizzano in una reazione "esotermica" con la generazione di calore. Le temperature risultanti dipendono dalle dimensioni del pezzo fuso. Più grande è la fusione, più calda è la massa. Tuttavia, temperature molto elevate dovrebbero essere evitate durante la colata. Non solo abbreviano notevolmente il tempo di miscela, ma portano anche a ritiri notevolmente più elevati e, in casi estremi, possono distruggere completamente il materiale fuso. Le resine di colata del poliuretano, ad esempio, non sono particolarmente resistenti alle temperature. Nella lavorazione di resine per colata rapida in PUR, se si fondono contemporaneamente grandi quantità di PUR, si avrebbero temperature superiori a 100 °C. Per evitare ciò, la resina deve essere versata in più passaggi e/o miscelata con cariche appropriate.

Trascorso il tempo di sformatura (vedi tabella "Resine fuse - un confronto tra i nostri prodotti"), la resina può essere sformata. Tuttavia, le resine da colata raggiungono le loro proprietà meccaniche finali solo dopo alcuni giorni. Questo tempo di polimerizzazione può essere di solito ridotto da un trattamento termico (rinvenimento) di diverse ore.

Se per la colata in stampi in silicone sono stati utilizzati mezzi aggressivi (poliestere, PUR o resine epossidiche), questi devono essere ben ventilati dopo lo sformatura, poiché le sostanze chimiche contenute nella resina da colata portano ad infragilimento dello stampo. Questo può essere fatto più velocemente e più accuratamente durante la notte in un forno a 60 °C.