Sedia da ufficio: trovate il modello che fa per voi

Le sedie da ufficio sono progettate appositamente per lavorare alla scrivania. Come sedie girevoli, offrono una pratica gamma di movimenti. Fin qui tutto bene. Ma perché non tutte le sedie da ufficio sono uguali e come trovare un modello su cui sedersi e lavorare in modo rilassato?

0 Articolo

Criteri importanti per la scelta della sedia da ufficio

Sedersi? Volentieri! Oppure no? Per trovare una sedia da ufficio che vi offra il supporto necessario per diverse ore, è consigliabile pensare ad alcuni aspetti in anticipo:

  • La durata della seduta: state cercando una sedia per lavorare occasionalmente nel vostro ufficio a casa? Oppure pensate di trascorrere la maggior parte del vostro tempo di lavoro quotidiano su una sedia da scrivania?
  • La vostra altezza: misurate 155 o 195 cm? Anche se la seduta di una sedia da ufficio è solitamente regolabile in altezza tra i 42 e i 55 cm circa, è bene assicurarsi che il modello possa essere regolato in base alla propria altezza. Per i bambini esistono modelli appositamente adattati alle loro proporzioni, come la nostra sedia per bambini Modulor con schienale in rete.
  • Peso corporeo: la maggior parte delle sedie da scrivania è progettata per utenti che pesano fino a 120 kg. Se il vostro peso è superiore, cercate modelli con una capacità di carico corrispondente.
  • Le vostre abitudini personali di seduta: Siete tra coloro che raramente rimangono seduti sulla sedia della scrivania per più di mezz'ora prima di sentire l'esigenza di lavorare in piedi? Oppure dimenticate l'ora mentre siete concentrati sul vostro lavoro e non vi accorgete di scivolare lentamente sempre più in fondo ai cuscini della vostra sedia da ufficio?
  • Le vostre esigenze e idee individuali: Avete già avuto uno scivolamento del disco e avete bisogno di un supporto speciale nella zona della colonna vertebrale lombare o cervicale? La sedia deve corrispondere a un certo stile di arredamento o è importante per voi il materiale di cui sono fatti i rivestimenti e le imbottiture? Desiderate acquistare una comoda poltrona direzionale o preferite una semplice sedia da lavoro come il nostro modello Modulor?

Palabra clave escritorio compartido: Si no utiliza la silla de oficina exclusivamente usted, sino que comparte su lugar de trabajo con compañeros, tenga también en cuenta sus intereses a la hora de planificar.

Siediti, per favore! Ma come?

Una cosa è la postura di lavoro ideale, un'altra è il fatto che i muscoli si affaticano quando stiamo seduti a lungo e che alla fine della giornata lavorativa non stiamo più seduti in posizione eretta come al mattino. Una sedia da ufficio ergonomica può aiutare a mantenere la postura per un periodo di tempo più lungo. Due cose sono particolarmente importanti in questo contesto:

La posizione seduta ergonomica

La posizione di seduta alla scrivania è ergonomica se si è in posizione eretta e la colonna vertebrale ha la sua naturale forma a S. Il bacino è leggermente inclinato in avanti. La testa è in posizione diritta con il mento leggermente abbassato. I piedi sono a circa la larghezza delle anche e ben piantati sul pavimento. La parte superiore e inferiore delle braccia e la parte superiore e inferiore delle gambe formano un angolo di circa 90° tra loro. Le braccia poggiano rilassate sui braccioli della sedia da ufficio o sul piano della scrivania.

Seduta dinamica

Si sta seduti in modo dinamico se si cambia il più spesso possibile la posizione di seduta sulla sedia da scrivania. I cambiamenti di postura rilassano e attivano i muscoli. In questo modo si evitano le tensioni, si migliora la circolazione sanguigna e quindi l'apporto di ossigeno. Anche il disco intervertebrale viene rifornito di sostanze nutritive grazie ai movimenti.

Suggerimento: indipendentemente dalla dinamicità della seduta, può essere utile considerare la regola 2/3-1/3 per un carico bilanciato: Una fase di 40 minuti da seduti dovrebbe essere seguita da 20 minuti in piedi. Combinate la vostra sedia da ufficio ergonomica con una scrivania regolabile in altezza e sarete pronti a tutto.

L'anatomia della sedia da scrivania

Che si tratti di una sedia girevole, di una sedia direzionale o di una sedia da scrivania per bambini, quasi tutte le varianti di sedia da ufficio sono composte dai seguenti elementi:

Lo schienale

Deve sostenere e stabilizzare la schiena e allo stesso tempo permetterle di muoversi. Idealmente, le versioni imbottite si basano sulla forma della schiena e hanno una curva regolabile nella zona delle vertebre lombari - il cosiddetto supporto lombare. Se la sedia da ufficio è dotata di un sedile automatico, il comfort è ancora maggiore. In questo caso, la contropressione nella zona della schiena si regola automaticamente e si adatta al vostro peso. Di conseguenza, una persona più leggera non deve esercitare una forza maggiore rispetto a una più pesante per appoggiarsi allo schienale.

L'ideale è che lo schienale della sedia da ufficio sia regolabile in altezza e in profondità per una regolazione individuale. Un poggiatesta può favorire una seduta rilassata.

Il sedile

Di solito si tratta di un sedile piatto o a conca, la cui altezza può essere regolata in modo continuo grazie a una molla a pressione di gas. Se è possibile regolare anche la profondità del sedile e l'angolo di inclinazione, la sedia da ufficio vi aiuterà a trovare una posizione di seduta ergonomica. I modelli con regolazione automatica dell'inclinazione del sedile integrata fanno un ulteriore passo avanti. Fanno in modo che anche il sedile della sedia da scrivania si inclini in avanti quando si compie un movimento corrispondente. In questo modo si mantiene il bacino nella posizione desiderata e si riduce lo sforzo sulle cosce.

Interessante: alcuni modelli, come la nostra sedia girevole da ufficio Wagner D1 o la sedia da ufficio Glyph, utilizzano una scocca che unisce la parte posteriore e la superficie di seduta in un'unica unità.

I braccioli

Sostengono le braccia e alleggeriscono le spalle per evitare tensioni. Sono utili anche quando ci si siede e ci si alza. Nel migliore dei casi, non solo sono regolabili in altezza per una regolazione individuale, ma possono anche essere ruotati verso l'interno e verso l'esterno.

Il vostro lavoro richiede di potersi alzare rapidamente e senza ostacoli? In questo caso, una sedia da ufficio senza braccioli può essere la scelta migliore.

Volete rimanere flessibili? La nostra sedia da ufficio Modulor e la sedia girevole da ufficio Wagner D1 possono essere utilizzate con o senza braccioli.

La base con ruote o pattini

La base, solitamente a cinque bracci, costituisce un supporto stabile per la sedia da ufficio. È disponibile a scelta con rotelle o piedini.

Se è necessaria una maggiore mobilità, le rotelle sono la scelta giusta. Sono disponibili per pavimenti duri e morbidi. In generale, le rotelle morbide sono adatte a superfici dure come parquet, PVC, laminato e piastrelle. La loro superficie gommata garantisce un'abrasione ridotta, meno rumore e un vantaggio in termini di sicurezza, in quanto la sedia da ufficio non rotola così facilmente inavvertitamente. Se l'ufficio è rivestito di moquette, invece, sono necessarie rotelle per sedie da ufficio rigide. Esse mantengono una bassa resistenza e consentono di spostare più facilmente la sedia da scrivania. Per facilitare la distinzione tra i due tipi, le rotelle dure sono solitamente monocolore, quelle morbide bicolore.

Come ruote cosiddette piroettanti, girano sempre da sole nella direzione in cui si sposta la sedia. In versione frenata, assicurano che la sedia da scrivania non utilizzata non rotoli da sola o mentre ci si vuole sedere.

Se intendete utilizzare la vostra sedia da ufficio come sedia da conferenza, i pattini possono essere la scelta migliore. Grazie ad essi, la sedia girevole è sempre ben salda e può essere spostata solo dall'utente.

Gli accessori disponibili separatamente per le sedie Modulor consentono di passare dalle rotelle ai pattini. Alla poltrona girevole per ufficio Wagner D1 si possono aggiungere anche ruote separate.

Consiglio pratico: quando si acquista una nuova sedia da ufficio, vale la pena scegliere un modello con sistema modulare. Se è possibile sostituire i singoli elementi indipendentemente l'uno dall'altro, come nel caso della nostra poltrona da lavoro Modulor, la durata di vita è particolarmente lunga. Anche la sedia girevole Modulor per studenti si basa sullo stesso principio.

Meccanica: il superpotere della sedia da ufficio

Attenzione, ora si va sul tecnico. Forse avete già sentito parlare di termini come meccanismo sincrono o a 360° nella vostra ricerca di una sedia da ufficio ergonomica. Vi spieghiamo cosa c'è dietro questi termini. In generale, la meccanica di una sedia da scrivania coordina i movimenti dei singoli componenti della sedia e, allo stesso tempo, determina le opzioni di movimento.

Il meccanismo di contatto permanente

Il meccanismo a contatto permanente, ad esempio, è un meccanismo asincrono. È caratterizzato dal fatto che lo schienale segue ogni movimento dell'utente, mentre il sedile è fisso.

Il meccanismo a bilanciere

Il meccanismo a dondolo, invece, associa il movimento dello schienale a quello del sedile. L'angolo tra questi due elementi della sedia da ufficio rimane sempre lo stesso. Di conseguenza, il movimento della parte superiore e inferiore del corpo è limitato. Poiché ciò può provocare tensioni e impedire una circolazione sanguigna ottimale, una sedia da scrivania con meccanismo basculante non è necessariamente la prima scelta se si prevede di trascorrere lunghe giornate alla scrivania.

Il meccanismo sincrono

Il meccanismo sincrono (meccanismo sincrono a punti) è diverso. In questo caso, lo schienale e il sedile della sedia da ufficio sono collegati in modo flessibile e si muovono in un certo rapporto tra loro. Se ci si piega all'indietro e lo schienale si inclina di 15°, ad esempio, il sedile segue con un'inclinazione di 5° se il rapporto è di 3:1. Questo offre buone condizioni per una seduta dinamica. Questo offre buone condizioni per una seduta dinamica. Se si sposta la parte superiore del corpo all'indietro sulla sedia da ufficio, l'angolo di apertura nella zona pelvica aumenta, mentre i piedi rimangono a contatto con il pavimento.

Il meccanismo 3D

Se preferite la massima mobilità, un meccanismo 3D (spesso chiamato meccanismo a 360°) come il giunto di seduta brevettato Dondola® di Wagner è una buona opzione. Situato tra la scocca del sedile e la base della sedia, consente di effettuare micromovimenti delicati per tutto il tempo. L'alternanza tra tensione e rilassamento allevia la colonna vertebrale e rafforza i muscoli. Per un'escursione nella quarta dimensione, la poltrona girevole da ufficio Wagner D1 offre due assi di articolazione aggiuntivi. Questi rendono variabile l'angolo di apertura tra la parte superiore e inferiore del corpo.

Se desiderate saperne di più sulle sedie per ufficio Wagner, che sono particolarmente rispettose del movimento, potete consultare la nostra pagina dedicata al marchio.

E ora la grande domanda: come faccio a regolare correttamente la mia sedia da ufficio?

Avete già imparato a conoscere la posizione di seduta ergonomica e gli elementi e le capacità individuali della vostra sedia da ufficio, ora viene il passo successivo: personalizzare il vostro modello!

Iniziare con il sedile. Portatela a un'altezza in cui le cosce poggiano per circa 2/3, 3 o 4 dita entrano tra il bordo del sedile e il polpaccio e i piedi sono ben saldi sul pavimento. Regolare la profondità del sedile della sedia girevole fino a quando il bacino è a contatto con lo schienale. L'angolo del sedile deve essere leggermente inclinato in avanti in modo che il bacino sia eretto.

Quindi, regolate lo schienale in base alla vostra anatomia, in modo che la curva più forte si trovi sul bordo superiore del bacino, la cresta iliaca. In questo modo la colonna vertebrale mantiene la sua naturale forma a S e si trova in una posizione eretta che esercita una minore pressione sui dischi intervertebrali. Se la vostra sedia da ufficio è dotata di poggiatesta, tenete presente che la testa non deve né cadere all'indietro né essere spinta in avanti. Regolate quindi il meccanismo e la contropressione dello schienale in base alle vostre esigenze e infine mettete in posizione i braccioli. Questi ultimi devono essere all'altezza del piano del tavolo.

Importante: anche con una sedia da ufficio ergonomica non è automatico sedersi correttamente. Pertanto, osservate anche la vostra scrivania e lo schermo del computer e verificate in che misura supportano una postura sana.

Sedia da ufficio: design, colore e materiale

Il colore indiscusso delle sedie da ufficio è... chiaramente il nero! Classica, semplice e discreta, una sedia da scrivania nera si inserisce armoniosamente in qualsiasi interno dell'ufficio. Ma i colori freschi non stanno bene solo su una sedia da scrivania per bambini. Sfruttate l'effetto dei diversi colori e ponete deliberatamente degli accenti. Chissà, forse dopo poche settimane noterete l'effetto stimolante di una sedia da ufficio Wagner Office stretching low rossa e l'effetto di risollevamento dell'umore di una sedia da ufficio Glyph gialla.

Decidete liberamente in base ai vostri gusti. Una regola che può essere applicata anche ai materiali della vostra sedia da ufficio. Vi piace il multistrato di faggio laccato della nostra sedia da ufficio Modulor? Cercate una versione ariosa e traspirante con un rivestimento in rete nella parte posteriore, come la nostra sedia da ufficio interna? Oppure preferite un modello con una morbida imbottitura come la CETO® di Steifensand?

Oltre al legno, alla pelle e all'ecopelle, la gamma di sedie da scrivania è dominata dai rivestimenti tessili. Sono basati su fibre sintetiche e naturali. A voi la scelta se preferire la resistente poliammide, il poliestere dimensionalmente stabile o le miscele con una percentuale di lana termoregolatrice. In ogni caso, vi consigliamo di considerare aspetti quali la resistenza all'abrasione, l'infiammabilità, la traspirabilità e le proprietà di manutenzione dei diversi materiali al momento di scegliere un particolare rivestimento.

Mantenetela pulita! Pulizia e cura della sedia girevole

Per godere il più a lungo possibile della vostra sedia da ufficio, dovrete investire un po' di tempo per pulirla e curarla di tanto in tanto. La regola più importante è sempre: consultare le istruzioni della sedia da ufficio!

Con un aspirapolvere è possibile rimuovere facilmente briciole, pelucchi e altre particelle che si depositano su tessuti e imbottiture. Lavorate con una potenza di aspirazione ridotta per non stressare troppo i materiali.

Per rimuovere lo sporco, non è solo il materiale del rivestimento della sedia da ufficio, ma anche la macchia a determinare il rimedio scelto. Le macchie organiche possono essere trattate con acqua e un po' di detersivo per piatti. Le macchie che non sono solubili in acqua possono richiedere misure più severe. In generale, è bene intervenire tempestivamente sulle macchie per evitare che lo sporco si depositi nelle fibre. Lavorate sempre dall'esterno verso l'interno per evitare che la macchia si diffonda ulteriormente e, in caso di dubbio, rivolgetevi a uno specialista.

La cura delle sedie da ufficio è generalmente più complicata se si tratta di una sedia direzionale in pelle. Sebbene la pelle sia resistente e durevole, è anche sensibile alla luce e all'aria secca. Il grasso per cuoio può essere d'aiuto in questo caso. La polvere può essere eliminata semplicemente con un panno umido. Le macchie sulla sedia da ufficio in pelle, invece, devono essere affidate a un professionista.

Una sedia da ufficio raramente viene fornita da sola

Le sedie da ufficio vanno bene, ma conoscete anche i nostri sgabelli da lavoro? Completano l'attrezzatura da ufficio in un formato compatto e offrono una varietà nella seduta di tutti i giorni. Poiché i modelli sono solitamente privi di schienale, offrono una libertà di movimento illimitata per la parte superiore del corpo e mettono alla prova i muscoli. Date un'occhiata ai nostri sgabelli rotanti, impilabili e in piedi e trovate il compagno giusto per la vostra sedia da scrivania.