NUOVOSALEBiblioteca materiale
Esplora Materiali e StrumentiUtensiliCampionario
Esplora StampiPietra ollareUtensili Per Modellare
Esplora Mobili e IlluminazioneMobili per bambiniConsulenza sui mobiliSui nostri mobili
Esplora CorniciCornici individuali
Esplora Carta e PenneCarta per pacchetti regaloCarta da pacchi
Esplora Deposito e conservazione
Esplora Arte
Esplora Ufficio e disegnare
Esplora Accessori Ufficio
Esplora Fai da teTubi Flessibili
Esplora Applicazione

Pannelli in schiuma rigida

Pannelli in schiuma rigida ForexPannelli di polistirene rigidoPannelli in schiuma di poliuretano

Informazioni sui pannelli in schiuma rigida

"Materiali con celle distribuite su tutta la massa (aperta, chiusa o entrambe) e una densità di massa (DIN 53420) che è inferiore alla densità della sostanza scheletrica" è come la norma DIN 7726 caratterizza le schiume. Teoricamente, qualsiasi plastica, sia essa termoplastica, termoindurente o elastomero, può essere trasformata in schiuma, ma solo alcune qualità come il polistirolo, il PVC o il poliuretano sono di importanza pratica.

Esistono varie tecniche di schiumatura della plastica: nel processo del polistirolo, il granulato di polistirolo perlato, che contiene già un agente espandente, viene schiumato nelle note perle di polistirolo da un getto di vapore. Le alte temperature del vapore ammorbidiscono il polistirolo termoplastico e l'agente espandente evapora, formando piccole bolle nelle sfere. Ancora più vapore viene utilizzato per saldare le perle nella seconda fase di produzione per produrre blocchi di polistirolo, piastre o pezzi stampati.

Le schiume rigide di polistirolo molto più dense e più solide sono prodotte in modo diverso. Il granulato di PS viene pressato attraverso l'estrusore e viene introdotto sotto pressione un agente espandente. Quando il filo di materiale lascia lo stampo dell'estrusore, l'agente soffiante si espande e schiumeggia la plastica.

I clorofluorocarburi (CFC) sono stati spesso usati come propellenti; sono ancora usati, ma modificati. L'ordinanza del 1991 sul divieto dei CFC-Halon ha vietato l'uso di un certo numero di clorofluorocarburi con un elevato potenziale di riduzione dell'ozono nelle schiume. In alternativa, i produttori stanno ora utilizzando gas come la CO² o idrocarburi parzialmente alogenati con un potenziale distruttivo inferiore.

Per produrre schiume poliuretaniche devono essere utilizzati processi diversi dal PS o dal PVC, poiché il poliuretano reticolato non fonde più. La schiuma PUR viene prodotta quando i componenti di base della plastica vengono schiumati durante la reazione di reticolazione. A tale scopo vengono utilizzati propellenti chimici o fisici. Nel caso di diversi poliuretani, non è necessario alcun agente espandente, poiché i componenti del materiale di base separano l'anidride carbonica durante la reazione di reticolazione, che schiumano la massa di reazione.

Uso di pannelli in schiuma rigida

Le schiume poliuretaniche si trovano ovunque: schiume dure come materiale isolante, pannelli a maggiore densità anche per componenti autoportanti, schiume morbide nei cuscini dei sedili, sedili auto, poltrone imbottite e materassi.

La gamma di prodotti in schiuma è ampia: la schiuma rigida in polistirolo o PS viene utilizzata nell'edilizia o per stoviglie usa e getta per le loro proprietà termoisolanti. Il peso ridotto - la densità delle schiume di polistirolo è compresa tra 20 e 200 kg/m³ - combinato con una resistenza relativamente elevata rende il polistirolo economico particolarmente interessante come materiale da imballaggio ammortizzante.

Le stesse suole flessibili delle sneakers sono composte da una speciale classe di schiuma. Le cosiddette schiume integrali hanno una diversa distribuzione della densità. La schiuma diventa più compatta man mano che la densità della struttura cellulare aumenta verso l'esterno e forma infine uno strato liscio sulla superficie. Le morbide schiume integrali in PU non solo circondano i nostri piedi, ma ci accompagnano durante la guida come poggiatesta, volanti o cruscotti.

La combinazione di alta rigidità e bassa densità viene utilizzata anche per i pannelli sandwich. Questi materiali compositi utilizzati nel settore fieristico e pubblicitario, come ad esempio Kapa Line o Kapa Mount, sono per lo più realizzati in schiuma poliuretanica, che viene accoppiata con carta o cartone. Il risultato è una superficie di carta di un metro quadrato con un peso ridotto e un'elevata rigidità.