+49 (0)30 690 360Spedizione standard CO₂-neutrale gratuita da ab 79€ (DE)Restituzione gratuita entro 30 giorni con spedizione standard (DE)

Pannelli Hylite

0 Articolo

Proprietà dei pannelli in Hylite

Come Dibond, Hylite è un pannello composito in alluminio con un'anima in plastica e due sottili piastre di copertura in alluminio. La particolarità di Hylite: l'anima in plastica è realizzata in polipropilene flessibile e può essere utilizzata come cerniera o giunto dopo un'adeguata lavorazione del pannello. Senza lavorazione, il pannello è eccezionalmente rigido, come ci si aspetterebbe da un pannello composito, nonostante il suo basso spessore.

Il polipropilene è una plastica particolarmente leggera, l'alluminio è un metallo leggero; rispetto alle lamiere di acciaio della stessa dimensione è del 65% più leggero, rispetto alle lamiere di alluminio in tutto il suo interno è ancora del 30% più leggero.

Uso di piastre di Hylite

Grazie all'anima flessibile, Hylite può essere utilizzato dopo la rimozione (lineare) degli strati di copertura come copertura per cartelle di presentazione. È possibile piegare l'Hylite e ricavarne piccole scatole, valigie, involucri, ritagliare lettere e altre forme libere o realizzare espositori e cartelli.

Può essere utilizzato anche per presentazioni a parete, per le quali viene spesso utilizzato Dibond, come materiale di base per fotografie, disegni o presentazioni. A causa del suo spessore inferiore, tuttavia, Hylite dovrebbe essere usato solo per i piccoli formati. Nelle presentazioni senza cornice con una distanza dalla parete, il bordo laterale è un po' più discreto grazie al minore spessore della piastra di supporto.

Viene utilizzato anche nell'industria come rivestimento interno ed esterno dei veicoli e per la produzione di parafanghi per biciclette.

Lavorazione di lastre di Hylite

Non solo per la sua anima in PP, il materiale è particolarmente versatile in termini di forma e deformabilità. Può essere trafilata convenzionalmente (!), forata, avvitata, rivettata, naturalmente segata, ma anche fresata, tagliata a getto d'acqua, smussata e piegata.

Durante la fresatura è possibile rimuovere uno o entrambi gli strati superiori, in entrambi i casi l'anima rimane (a differenza della tecnica del bordo di fresatura con Dibond). Nel primo caso si produce una lastra stabile che può essere piegata anche a mano (tecnica del bordo di fresatura), nel secondo si produce un giunto che può essere piegato in entrambe le direzioni e che ha una stabilità permanente grazie alla tenacità del polipropilene (resistenza a fatica testata RWTÜV!). La fresatura delle scanalature dovrebbe essere fatta a macchina, il taglio degli strati superficiali con una taglierina è molto laborioso e non consigliato.

La superficie può essere laminata con fogli autoadesivi, le lastre possono essere stampate in serigrafia, punzonate e goffrate con apposite macchine. A differenza del Dibond, l'Hylite può anche essere verniciato a polvere con vernici a bassa temperatura.

Per l'incollaggio del materiale del pannello è possibile utilizzare un foglio biadesivo, un nastro biadesivo o una colla per alluminio.

Per il taglio di Hylite, sezionatrici, seghe circolari o seghetti, ma anche cesoie elettriche ad impatto sono adatte. I tagli curvi possono essere eseguiti con una sega a scorrimento o, per esigenze superiori, con fresatrici a controllo numerico o a getto d'acqua. Il materiale può essere facilmente forato con un trapano per metalli. Hylite deve essere immagazzinata orizzontalmente, protetta dalla pioggia e dagli spruzzi d'acqua.