+49 (0)30 690 360Spedizione standard CO₂-neutrale gratuita da ab 79€ (DE)Restituzione gratuita entro 30 giorni con spedizione standard (DE)

Alberi per modelli

Alberi per modelliChiome per modelliPiante per modelliPalme per modelliPerimetro per modelli e costruzioni stradaliSabbia e ghiaia per modelliTappeti d'erbaFibre d'erba

I modelli architettonici senza alberi sono difficili da immaginare, perché gli alberi danno la scala ai modelli. D'altra parte, quasi nessun altro mezzo di rappresentazione è così adatto a distorcere la scala di un modello: Un albero troppo basso o un diametro della chioma troppo piccolo fa apparire un edificio molto più alto e massiccio del previsto. Si dovrebbe sempre cercare - anche in scala molto piccola - di rappresentare gli alberi con i tronchi, perché in questo modo sono consentite le viste e si crea trasparenza.

Per l'orientamento diamo l'altezza (in metri) di alcuni alberi maturi:

abete rosso, pino 30 - 40
faggio, olmo 30 - 40
quercia, pioppo 25 - 35
acero, tiglio, platano 20 - 30
vecchi alberi da frutto 8 - 10
frutteto 4 - 5


D'altra parte, anche la composizione dei materiali e il colore hanno un'influenza significativa sull'effetto dimensionale degli alberi modello. Più massiccio è l'effetto ottico del materiale, più piccola dovrebbe essere la corona. Dovrebbe essere presa in considerazione anche la corretta relazione tra tronco e corona. In scale più grandi - come ad esempio a partire da 1:200 - devono essere utilizzati modelli di alberi più leggeri: Alberi fedeli (alberi Foster), Achillea, muschio islandese, lana d'acciaio, tela metallica fine, muschio. In scale più piccole, si offre la rappresentazione più astratta per sfere: cotone idrofilo, gomma spugna, gomma alveolare, legno, aghi (parte delle informazioni sono tratte dal libro ARCHITETTURA MODELLO).

Se gli alberi devono essere rappresentati nel modello, i seguenti valori risultano per i diametri delle chiome in diverse scale (vedi tabella).

  Ø Corona nel modello [mm]
Ø Corona [m] 1:1000 1:500 1:200 1:100 1:50
5 5 10 25 50 100
10 10 20 50 100 200
15 15 30 75 150 300

 

Alberi modello naturale

Per la rappresentazione naturalistica della vegetazione nel modello non esiste probabilmente un'alternativa più bella degli alberi di ottone inciso. Sono fabbricati a mano in un processo elaborato: In primo luogo, la struttura bidimensionale del ramo è inciso da una sottile lastra di ottone. Questa struttura è piegata nella struttura tridimensionale dell'albero e affollata con una speciale lettiera. Per gli alberi più piccoli con h ≤ 37 mm, il sottile tronco di lamiera viene immerso solo nella vernice - per "piantare", è quindi necessario realizzare degli incavi a forma di fessura nella piastra di base. Solo con alberi più grandi da h = 42 mm la chioma dell'albero è collegata con un filo di ottone, attorno al quale è modellato uno spesso tronco.

Se si confrontano gli alberi con altri prodotti "realistici", non è solo la forma esemplare che cattura l'attenzione, ma anche la buona colorazione. I colori degli alberi decidui corrispondono davvero a quelli di un albero con foglie estive, le conifere sono colorate in una discreta tonalità nero-verde. Gli alberi decidui di colore blu-verde pastello sono simili a quelli utilizzati dall'architetto britannico Norman Foster sui suoi modelli.

Una festa speciale per gli occhi sono le palme modello, i cui frontali in ottone a spruzzo verde hanno il giusto rapporto tra lo spessore del materiale e le dimensioni delle foglie in quasi tutte le scale per dare un'impressione naturale. Mancano solo le noci di cocco sui tronchi finemente scanalati con i gambi di frutta nella parte superiore.

Oltre agli alberi disponibili a magazzino, ci sono anche pini, betulle e faggi rossi in ottone acidato. Il tronco della betulla è biancastro e i suoi rami con foglie verde chiaro pendono tipicamente betulla. Il faggio rosso corrisponde all'albero deciduo inciso, salvo che il fogliame è di colore rosso-marrone.

Oltre agli alberi in ottone inciso, ci sono gli alberi in filo ritorto più economici dello stesso produttore. Per la loro produzione, le fibre di sisal vengono attorcigliate in un filo in modo da formare una forma a spazzola (come nel caso dei cespugli), tagliate in forma e poi dotate di un tronco più spesso e di foglie o aghi.

Nel caso di pioppi e cipressi, tagliati un po' più appuntiti, questo metodo si presta bene per una fedele rappresentazione del modello. Meno naturali sono gli alberi decidui e le conifere del tipo abete rosso. Tutti gli alberi contorti sono fogliati con lo stesso materiale di dispersione degli esemplari in ottone inciso, quindi sono molto belli nel colore. Pioppi e latifoglie sono vestiti di verde estivo, cipressi e conifere indossano un abito ad ago nero-verde.